..perdere tutto in 30 secondi

..vi giuro di non aver provato mai tanta impotenza di fronte a un episodio come questo,parlo del terremoto avvenuto domenica notte in Abruzzo..Mi assale continuamente un enorme senso di colpa per avere quello che ho mentre da domenica sera c’è chi ha perso tutto..casa,familiari,dignità..Guardavo uno dei tanti servizi dei Tg,e mi ha colpito enormemente l’intervista fatta ad un uomo..un signore sui 55 anni,avrebbe tranquillamente potuto essere mio padre..lo sguardo spento,immerso nel ricordo di suo figlio di 22 anni,morto sotto le macerie abbracciato a sua nonna nel tentativo di proteggerla..Fabio…si chiamava come me..solo che Fabio “me” c’è ancora..lui purtroppo non c’è più..Suo padre nell’intervista rcordava il figlio per il tempo che lo ha avuto accanto,e poi con una voce spezzata dalla disperazione,piangendo lacrime che non scendevano per la stanchezza,ha gridato all’Italia intera “non ci abbandonate”..

E’ sbagliato avere questo senso di colpa che io sento dentro da ieri mattina?Qui nella mia città sono un infermiere in un reparto di ortopedia..forse nel mio piccolo riesco a fare del bene tutti i giorni,eppure mi sto sentendo impotente come non mai,fragile e tremendamente ansioso..vorrei poter fare di più e non mi è concesso farlo..Ho donato il sangue ieri mattina,e mi sono messo in lista d’attesa per nuove donazioni..solo che sto maledetto telefono non squilla,e io resto qui,a dondolarmi nella bambagia che ho intorno,tra gessi e gambe rotte..

..voglio poter fare di più..qui dove sto ci sto male..

Non è sentirsi “spiriti liberi”,non è per fare il buonista bigotto,non è per fare il santo..ma io prenderei volentieri il primo treno per andare là,dove due braccia in più possono fare comodo..di certo possono essere più utili laggiù che tra gambe ingessate e lussazioni..qui da Anzio non fanno partire,anche se prendessi il treno resterei bloccato alla stazione,non mi farebbero proseguire fino al centro del paese..Non so se può sembrare un discorso stupido,ma è una situazione che mi fa stare veramente male dentro..provo a fare qualcosa,ma quello che mi è permesso di farea distanza è mandare sms e fare un pò di spesa..Anzi,approfitto del blog per lasciare i numeri per le donazioni:

– sms al 48580 per donare 1 euro

– inoltre,il circuito Ipercoop supermercati,ha allestito all’esterno dei punti vendita delle gabbie da riempire con alimenti e generi di prima necessità,purchè il tutto sia a lunga conservazione

per offrure un alloggio agli sfollati   contattare la Protezione Civile al numero verde 800.860.146 oppure scrivere alla seguente mail: ufficiovre@protezionecivile. it

..boh..non so davvero cosa continuare a pensare e quali altre domande continuare a pormi..spero solo di non essere l’unico a sentirsi così..

Fà.

Annunci

~ di statuario su aprile 7, 2009.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: